sandro maddalena

Il lavoro che presento è parte di un progetto in fase di sviluppo sulle comunità cristiane nelle seguenti città dell'Egitto: Il Cairo, Fayoum, Assiut e Minya. Il 2013 è stato un anno difficile per i cristiani che, specialmente in Alto Egitto, sono stati oggetto di numerosi attacchi da parte degli integralisti islamici. Dopo lo sgombero-carneficina di Rabaa, eseguito dall'esercito ai danni dei sostenitori del deposto presidente Morsi, si è scatenata una violenta rappresaglia che ha portato alla distruzione di decine di chiese e associazioni religiose. Molti cristiani hanno reagito aggrappandosi con forza alla loro fede, altri cercano soltanto il modo di fuggire lontano.

una strada di Assiut dalla finestra di un monastero bruciato un gruppo di ragazze visita una chiesa distrutta a Minya
un prete che ha perso tutto nell'incendio di un monastero ad Assiut un associazione religiosa frequentata anche da molti musulmani assalita dagli integralisti
un'immagine sacra scampata alla distruzione della "Friends of the Holy Bible Association"a Fayoum un esorcismo dopo una messa in un quartiere poverissimo del Cairo
venditore di testi religiosi all'interno di una chiesa scavata nella roccia al Cairo ragazzi che operano nel mercato nero della compravendita dei visti per l'espatrio al Cairo